Gianfranco Tartaglia - Passepartout

Gianfranco Tartaglia - Passepartout

Esordisce nel 1978 (in coppia con il paroliere Pietro Gorini) con lo pseudonimo Passepartout su Paese Sera per poi passare nel 1980 a Il Messaggero dove disegna fino al 1990 la vignetta di satira politica del quotidiano romano. Nel 1991 passa a disegnare strip di economia per il Corriere della sera. Come illustratore ha collaborato con le maggiori testate nazionali (l’Unità, La Repubblica, Corriere della Sera,  l’Europeo, Il Mondo, Mondo Economico, Liberetà, Leggi illustrate, Auto Oggi, Sale e Pepe, Panorama, Moda, Playboy, Playmen, Blu e altri ancora). È autore di sigle e animazioni per la Rai e Mediaset e realizza manifesti e campagne di comunicazione per Enti Pubblici, Regioni, Provincie e Comuni. Ha pubblicato vari libri di illustrazioni e vignette di satira, vincendo nel 1990 il “Premio per la Satira Politica” di Forte dei Marmi con “ Leader bene chi leader ultimo”, Gremese Editore. Dal 1992 ai mezzi più tradizionali ha affiancato l’uso del computer, realizzando materiali multimediali inerenti la comunicazione pubblicitaria e interaziendale per società quali la Telecom, l’Enea, la FinMercedes, l’Eds, la Meyer-Squibb, le Ferrovie dello Stato, Toyota, l'Abi ed altre operanti nel settore commerciale. Dal 1996 al 1998 collabora come illustratore con le collane “Oscar” e “Saggi” della Mondadori. Dal 1982 ad oggi è docente di corsi di disegno e fumetto per i ragazzi delle scuole elementari e medie presso numerosi istituti. Dal 2000 è Co-Direttore Artistico della sede di Pescara della Scuola Internazionale di Comics ed è docente al Master di Fumetto della Scuola Internazionale di Comics di Roma.